Miglioramento microcircolo

Gli ingredienti indicati per "Miglioramento microcircolo" sono:
Esperidina

L'esperidina è un bioflavonoide, un pigmento vegetale presente nei frutti e nelle piante appartenenti al genere Citrus (arance, pompelmi, mandarini…) con particolare concentrazione nella buccia e nella membrana. Non viene prodotta dal corpo umano e per questo motivo è necessario introdurla attraverso una dieta equilibrata.

Secondo alcuni studi, l'esperidina contribuisce alla conservazione dell'integrità e della permeabilità delle pareti capillari, riducendo la fuoriuscita dei globuli rossi con conseguente riduzione delle probabilità di emorragie. Ha mostrato inoltre proprietà antinfiammatorie e di riduzione dei livelli di colesterolo, con conseguente promozione di una buona circolazione e riduzione dell'ipertensione1.

 

Un'integrazione quotidiana di bioflavonoidi può essere utile per chi soffre di vene varicose, artrite, emorragia, flebite, livelli elevati di colesterolo, herpes, cataratta, infiammazione generale, gengive sanguinanti, coaguli di sangue, scorbuto, emorroidi, edema e ipertensione.

 

(1). Ohtsuki K et al. Glucosyl hesperidin improves serum cholesterol composition and inhibits hypertrophy in vasculature. J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo). 2003 Dec; 49(6): 447-50.

Meliloto officinalis

Il meliloto officinalis è una pianta annuale con steli ramificati e profumati fiori bianchi o giallo chiaro che si può trovare comunemente sui bordi della strada e nei campi. Le sue proprietà curative sono riconosciute da molti anni.

 

Il meliloto officinalis è considerato un anticoagulante naturale il cui principale costituente attivo è la cumarina, che gli conferisce preziose proprietà curative.

Alcuni studi hanno dimostrato che gli estratti di meliloto aumentano la resistenza capillare, diminuiscono la permeabilità della parete vascolare, migliorano il ritorno venoso e la circolazione linfatica e manifestano attività antinfiammatoria ed antiedematosa.

Torva quindi impiego in caso di edemi (di natura infiammatoria o da stasi), vene varicose, trombosi, flebiti e tromboflebiti1,2.

 

Il meliloto officinalis viene utilizzato anche come calmante digestivo, allevia coliche, indigestioni e problemi di stomaco. Ha inoltre dimostrato di avere proprietà diuretiche, che aiutano a diminuire l'eccesso di ritenzione idrica e gli edemi (accumulo di liquido nei tessuti che ne provoca il gonfiore).

 

La medicina popolare utilizza da tempo l'infuso di meliloto, dal sapore estremamente gradevole ed aromatico, per alleviare cefalee, come digestivo (dopo i pasti), come antispasmodico e anche per l'insonnia nei bambini e negli anziani.

 

(1). Cataldi A et al. Effectiveness of the combination of alpha tocopherol, rutin, melilotus, and centella asiatica in the treatment of patients with chronic venous insufficiency. Minerva Cardioangiol. 2001 Apr; 49(2): 159-63.

 

(2). Fengzhi Xu et al. The Efficacy of Melilotus Extract in the Management of Postoperative Ecchymosis and Edema After Simultaneous Rhinoplasty and Blepharoplasty. Aesthetic Plastic Surgery 2008; 32(4): 599-603.

Rutina

La rutina è un glicoside flavonoico presente nelle foglie delle piante appartenenti al genere Citrus, nel grano saraceno, nel vino rosso, nella menta piperita, nell'eucalipto, nella barbabietola e in altre fonti vegetali.

Nasce dal legame tra la quercetina (flavanolo) e una molecola di rutinosio (disaccaride).

Questa sostanza è un potente antiossidante, contrasta l'ossidazione degli enzimi contenenti ferro (Fe++) e rame (Cu++) e la formazione di ROS (Reacting Oxygen Species).

 

La rutina è inoltre un potente vasoprotettore, è in grado di rinforzare la parete dei capillari, partecipando insieme alla vitamina C al metabolismo del collagene, riducendo quindi fenomeni emorragici spontanei e/o traumatici. Per queste sue proprietà viene utilizzata per dare sollievo ai disturbi della circolazione periferica.

 

Alcuni studi hanno dimostrato che, utilizzata in combinazione con altri flavonoidi, la rutina svolge un'azione antinfiammatoria e cardioprotettiva1. Inoltre si è dimostrata utile nella prevenzione e come terapia di supporto per il trattamento delle neoplasie1.

 

(1). Benavente-García O, Castillo J. Update on uses and properties of citrus flavonoids: new findings in anticancer, cardiovascular, and anti-inflammatory activity. J Agric Food Chem.2008; 56(15): 6185-205. 

Vitis vinifera

La vitis vinifera, o vite, è una pianta della famiglia delle Vinaceae pianta da cui viene prodotto il vino. Tra i composti chimici presenti nella pianta (flavonoidi, tannini, catechine ecc..) è stata data importanza rilevante soprattutto alle proantocianidine, che hanno dimostrato di esercitare un'azione stabilizzante a livello dei vasi capillari, di prevenire l'aumento della permeabilità vasale e di possedere un'importante attività antiossidante, tutte proprietà utili nella protezione dei vasi1 e nel trattamento dei disturbi della circolazione periferica.

È stato inoltre dimostrato che l'integrazione di proantocianidine ha un effetto cardioprotettivo2.

La vitis vinifera è considerata utile anche nel migliorare e mantenere l'elasticità della cute, effetto che sembra essere dovuto ad una azione stabilizzante su collagene ed elastina3.

 

(1). Zafirov D et al.  Antiexudative and capillaritonic effects of procyanidines isolated from grape seeds (V. Vinifera). Acta Physiol Pharmacol Bulg 1990; 16: 50-54.


(2). Facino RM et al. Diet enriched with procyanidins enhances antioxidant activity and reduces myocardial post-ischaemic damage in rats. Life Sci 1999; 64: 627-642. 


(3). Jonadet M et al. Anthocyanosides extracted from Vitis vinifera,Vaccinium myrtillus and Pinus maritimus. I. Elastase-inhibiting activities in vitro. II. Compared angioprotective activities in vivo. J Pharm Belg 1983; 38: 41-46.

Perchè integrare?

Nonostante la grande quantità di alimenti oggi disponibili, le carenze nutrizionali e l'accumulo nell'organismo di sostanze chimiche contenute negli alimenti stessi, che causano malnutrizione e malattie, sono uno dei principali problemi della moderna alimentazione.

Gli integratori alimentari consentono di introdurre in maniera selettiva i nutrienti "utili" per ottimizzare al massimo gli effetti dell'alimentazione e migliorare la qualità di vita.